Fangirl di Rainbow Rowell || Recensione

Bentornati lettori,

Oggi parliamo di un libro che non ho particolarmente amato. Dall’autrice di Eleanor & Park, Fangirl è uno dei romanzi più apprezzati (e a mio avviso sopravvalutati) degli ultimi tempi.

Titolo – Fangirl
Editore – Piemme
Autore – Rainbow Rowell
Genere – Young adult
Anno di pubblicazione – 2016
Protagonisti – Cath e Levi
Prezzo – € 7.50
Voto – ⭐️⭐️⭐️

“Non esiste cosa più inebriante dal creare qualcosa dal nulla. Partendo soltanto da se stessi”.

Approdata all’università, dove la sua gemella Wren vuole solo divertirsi tra party, alcool e ragazzi, la timidissima Cath si trova sola per la prima volta e si rinchiude nella sua stanza a scrivere la fanfiction di cui migliaia di fan attendono il seguito. Ma una compagna di stanza scontrosa con il suo ragazzo carino che le sta sempre intorno, una professoressa di scrittura creativa che pensa che le fanfiction siano solo un plagio, e un affascinante aspirante scrittore che vuole lavorare con lei, obbligheranno Cath ad affrontare la sua nuova vita…

Edito Piemme, è uscito il 18 ottobre 2016. Si tratta di un young adult. Dalla trama e soprattutto dalle centinaia di recensioni positive lette, ho cominciato questo libro con la convinzione di doverlo adorare e invece non è stato così (probabilmente anche a causa dell’alta aspettativa).

Nonostante parlasse di una Fangirl (quindi sarei dovuta rispecchiarmi in lei) mi ha annoiato per quasi tutto il tempo. Si è, inoltre, dedicato davvero troppo spazio alla fan fiction e nel finale è mancato qualcosa. Personalmente avrei parlato di più della storia con la madre e meno della storiella d’amore che per quanto carina non ho trovato sviluppata molto bene. Un altro argomento su cui mi sarei soffermata di più riguarda la sorella di Cath e al suo modo di reagire al trauma dell’abbandono completamente diverso rispetto a quello di Cath. Mentre Wren si rifugia in feste ed alcool, Cath lo fa nel mondo delle fan fiction. All’apperanza sembra Wren la più forte, ma siamo sicuri che sia davvero così?

La scrittura è scorrevole ma per quanto mi riguarda non basta. Non è un libro da bocciare però ripeto molto sopravvalutato.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.