Macbeth di William Shakespeare || Recensione

Bentornati lettori,

Oggi parliamo di uno degli autori più famosi al mondo (se non il più famoso) ovvero William Shakespeare.

Titolo – Macbeth
Autore – William Shakespeare
Genere – Classico, tragedia
Anno di composizione – 1605-1608
Protagonisti – Duncan, Malcolm, Macbeth, Lady Macbeth
Voto – ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️

Ma è la tua natura che temo:troppo piena del latte dell’umanità per saper scegliere la scorciatoia. Sei ambizioso, tu, vuoi essere grande; ma la malizia ti manca, quello che ardi di avere lo vorresti a mani pulite: vincere a torto, sì, ma senza barare. Oh grande Glamis, tu vorresti qualcuno che ti gridasse: “Fallo, se lo vuoi!”, poiché la tua natura di agire sovrasta il tuo desiderio di azione. Corri qui presto, ch’io soffi il mio coraggio nel tuo orecchio: la forza della mia lingua annienterà ogni ostacolo fra te e quel cerchio d’oro con cui destino e magia sembrano averti già incoronato.“.

Macbeth torna vittorioso dal campo di battaglia e tre streghe gli profetizzano un glorioso destino, ivi compresa la Corona di Scozia. La sete di potere, condivisa e stimolata anche dalla moglie Lady Macbeth, lo spinge al delitto e infine all’amaro disinganno, per cui l’esistenza non è che ‘una favola raccontata da un idiota, piena di rumore e furore, che non significa nulla’.

Questo è il primo libro che leggo dell’autore e mi è talmente tanto piaciuto che non vedo l’ora di leggere tutto di Shakespeare.

Macbeth (titolo completo The Tragedy of Macbeth) drammatizza gli effetti fisici e psicologici che derivano da una sete di potere sfrenata. Sviluppa il tema dell’ambizione umana in modo magistrale

L’opera è estremamente breve infatti, contando solo cinque atti, è la più breve tragedia del drammaturgo inglese.

Viene rappresentato il male con una potenza inarrivabile.

Nonostante sia stato scritto più di quattrocento anni fa è ancora attuale.

La mia recensione finisce qui. Credo che questo sia tutto quello che dovete sapere prima di approcciarci a Macbeth. Non voglio dirvi altro, perché se ancora non avete avuto modo di leggere questo capolavoro seicentesco vi invito a farlo senza avere altre informazioni in modo da assaporare l’esperienza a trecentosessanta gradi.

Lo leggerete tutto d’un fiato e non potrete non rimanerne cambiati.

E ora attendo i vostri commenti.

Qual è il vostro libro preferito di Shakespeare?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.