Il silenzio dell’acqua di Louise O’Neill || Recensione

Bentornati lettori,

Oggi parliamo di un retelling della fiaba originale della sirenetta (quella di Handersen per intenderci) e non del cartone della Disney.

« Sto omιᥒᥴιᥲᥒdo drmι s qᥙᥲᥒdo dιιmo h ᥙᥒᥲ doᥒᥒᥲ ᥱ̀ ρzz o dovrmmo gᥙᥲrdr omo h st ᥲᥣ so fιᥲᥒᥴo ρr ᥴᥱrᥴᥲrᥴᥲριr os’bbι ftto ρr sριgrᥣᥲ ᥲᥣᥣᥲ ρzzι. »

Negli abissi del mare, la sirenetta Gaia sembra destinata al successo: è bellissima, ha una voce incantevole e sta per fidanzarsi con il partito più ambito del regno, il generale Zane. Che importa se è violento e molto più vecchio di lei? È il re suo padre a decidere, e Gaia deve solo essere bella e accondiscendente. Ma da quando ha salvato un giovane affascinante da un naufragio, Gaia coltiva un solo desiderio: vivere con lui nel suo mondo spensierato. Quanto è disposta a sacrificare? Conoscete la storia: il patto con la strega, la perdita della voce, le gambe al posto della coda… Ma la bellezza senza voce di Gaia ha un prezzo molto alto, e il mondo che scopre in superficie è prepotente, violento e patriarcale quanto quello lasciato negli abissi. Gaia dovrà compiere molti passi dolorosi per fare i conti con la verità della sua storia. E per riscoprire tutta la potenza della sua voce.

Premessa: l’hype che avevo per questo libro era alle stelle!

Sarà stato mantenuto?

Vediamolo insieme.

La protagonista, Gaia, per la maggior parte del tempo è passiva e remissiva. Questa è una caratteristica che fa molto arrabbiare il lettore però rende il tutto molto realistico perché purtroppo non tutte le donne sono così forti da ribellarsi l’importante è riuscirci alla fine.

Da un’ex bambina cresciuta con la sirenetta é stato strano (oserei dire anche a tratti sconvolgente) associare quel mondo a tutto questo orrore ma il tutto è stato ancora più incisivo.

Non ci sono particolari colpi di scena ma la storia ti coinvolge così tanto da tenerti attaccato alle pagine. Sicuramente non è una a lettura semplice da fare ma la consiglio a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.