Uno studio in nero di José Carlos Somoza || Recensione

Bentornati lettori,

Il 28 aprire, la collana #Spettri di @alter_ego_edizioni si è arricchita con un nuovo titolo: “Uno studio in nero” di José Carlos Somoza.

“Metà della spiegazione è tutta la spiegazione…”

Se vi ricorda qualcosa non è una casualità. Questo libro rappresenta infatti un duplice omaggio. Da un lato richiama, il più famoso, “Uno studio in rosso” di Arthur Conan Doyle (romanzo d’esordio di Sherlock Holmes). Dall’altro, ricorda l’omologo romanzo di Ellery Queen.

Siamo in Inghilterra, alla fine del XIX secolo. L’infermiera Anne McCarey, accetta un lavoro per occuparsi di un paziente in una clinica per malati di mente a Southsea. Il paziente, chiamato semplicemente “Mr. X”, possiede un intuito fuori dalla norma ed è in grado di scoprire i segreti più intimi delle persone che lo circondano senza nemmeno lasciare l’oscurità della propria stanza. A questo duo si aggiunge il giovane dottor Arthur Conan Doyle, che si reca in clinica per assistere il signor X. Pratica medicina a Southsea e sta sviluppando un personaggio per il suo prossimo romanzo: il più famoso detective di tutti i tempi. Solo Anne e il dottor Doyle saranno pronti a decifrare gli impenetrabili enigmi del signor X. Questi sembrano essere la chiave per risolvere gli omicidi che hanno appena iniziato a sconvolgere la città di Portsmouth, con i suoi spettacoli oltraggiosi, il mondo sotterraneo dei teatri clandestini e delle esibizioni illecite.

Si tratta di un giallo magistralmente narrato, pregno di elementi gotici.

“Uno studio in nero” diventa un vero e proprio romanzo sulla genesi di Sherlock Holmes e il Signor X, niente meno che il suo ispiratore.

L’autore spagnolo si è cimentato in una missione quasi impossibile ma non avrebbe potuto fare di meglio.

Il mio voto è di 5/5 ⭐️

❓Voi cosa state leggendo?

#unostudioinnero

#loscrignodiariareview

#giftedby @alter_ego_edizioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.